Pagliero in festa per sant’Antonio

Pagliero, 19 gennaio 2020
Si fa presto a dire sant’Antonio, perché bisogna specificare di quale si tratta.
Il 17 gennaio il calendario ricorda Sant’Antonio Abate, che a Pagliero di San Daminano Macra viene festeggiato nella domenica più prossima a quel giorno.

Il longevo santo, vissuto in terra egiziana all’incirca tra il 251 e il 356, è sempre stato considerato il protettore degli animali, tanto che ogni anno anche la cerimonia religiosa a lui dedicata nell’antica chiesa di Pagliero si conclude proprio con una benedizione a loro indirizzata.

Sempre suggestivo l’accompagnamento da parte del coro “La Reis” della funzione, quest’anno celebrata dal cappellano dell’ospedale di Saluzzo, il dronerese don Enrico Minotti, salito per la prima volta in loco.

E dopo la messa, con processione fino davanti alla chiesa nuova e intorno all’antistante edificio dell’ex-scuola di Pagliero, finalmente si parte con la vendita all’incanto di tutto quanto i presenti hanno portato e “donato” per la nobile causa: raccogliere fondi per lavori di manutenzione e restauro della chiesa dedicata al santo.

Mentre un tempo gli articoli erano essenzialmente artigianali, per esempio oggetti in legno, indumenti in lana o lino, alimenti tipo burro e formaggio, insieme agli immancabili animali domestici, attualmente oltre a questi vengono battuti anche cibi non locali come agrumi e frutti esotici, libri, cd e calendari.

Tra questi, negli ultimi anni ogni volta è stata presentata una diversa edizione con immagini fotografiche della valle, sempre molto apprezzate.
E la buona riuscita della festa invoglia organizzatori e pubblico a darsi appuntamento al prossimo anno.
Naturalmente, è invitato anche chi non vi abbia mai partecipato!

Fonte: SalaStampa.Eu – Articolo e credito foto: Ines Beltramo. All Rights Reserved.